FUGA DI HITLER DAL BUNKER: STORIA DI UNA INDAGINE

Share
Embed
  • Published on May 28, 2017
  • RESOCONTO INVESTIGATIVO DI ALESSANDRO DE FELICE SU ADOLF HITLER ED IL MISTERO DELLA SUA FUGA DAL BUNKER BERLINESE NELLA PRIMAVERA DEL 1945.

Comments • 132

  • RAFFAELE BARISCIANI
    RAFFAELE BARISCIANI 4 days ago

    la storia del bunker non mi ha mai convinto.

  • Mrrr G
    Mrrr G 21 day ago

    Bravo, hai fatto un bel video bello dettagliato.

  • bob Desnos
    bob Desnos 2 months ago +1

    ti ho ascoltato da Ubaldo Croce , mi sei
    piaciuto,

  • Alessandro De Felice
    Alessandro De Felice  2 months ago

    Dei sei figli di Goebbels effettivamente soltanto due sembrano loro, gli altri erano tutti più o meno della stessa età (cosa non possibile se figli della stessa madre). Ma i russi non si sono fatti troppi scrupoli. Qualcuno premeva....

  • Luca Carucci
    Luca Carucci 2 months ago +2

    Apprezzo molto la sua teoria, se può segnalarmi qualche libro, qualche sito web nel quale approfondire l'argomento.
    P.S. Ha mai indagato sulle molteplici versioni date sulla morte del DUCE? Anche su quell'argomento non è mai stata fatta chiarezza, ma solo bugie e mezze verità!
    La ringrazio!

  • Alessandro De Felice
    Alessandro De Felice  2 months ago

    Nel 2010, quando tornai dall'Argentina, mi presero per pazzo o mitomane quando parlai della ipotesi di fuga di Hitler dal bunker berlinese. Ci vollero due anni (20 maggio 2012) perché cominciasse a prendere sul serio la faccenda intervistandomi con un articolo di Stefano Lorenzetto. Oggi, alla vergogna mediatico-accademica che strozza la cultura italiana dal 1945 e silenzia chi cerca la verità non dogmatica, è passata completamente la voglia di ridere. Perché comincia a sentirsi tremare le gambe.

  • Daniele Giustivi
    Daniele Giustivi 3 months ago

    Sarebbe molto interessante se solo avesse usato un microfono decente. Con le mie cuffiette è tutto un continuo "sparare" di P che rende l'ascolto moto fastidioso

    • Alessandro De Felice
      Alessandro De Felice  Month ago

      Nessuno La obbliga ad ascoltare. Signor invidia.

    • salvatore invidia
      salvatore invidia Month ago

      si sente un pò maluccio,senza offese

    • Alessandro De Felice
      Alessandro De Felice  3 months ago

      Che vuole farci, la prossima volta La interpello prima di registrare l'audio per farmi consigliare sul tipo di microfono. Così, invece di 56mila242 visualizzazioni, il video ne totalizzerà molte di più!

  • Margherita Vielmi
    Margherita Vielmi 3 months ago +1

    😢

  • Blaise Pascal
    Blaise Pascal 3 months ago +2

    Grazie dott.De Felice per questo contributo. Condivido in pieno il giudizio sulla cialtroneria diffusa nella classe degli storici accademici, sull'ignoranza di questo paese dove qualche anno fa legioni di lettori sparavano sentenze teologiche sulla base del "Codice da Vinca", dove ancora dopo decenni si vedono idiozie come "il grande fratello" o "l'isola degli idioti". Cerchiamo, almeno qui in rete, in forma clandestina, di diffondere sani spore di pensiero critico, inviti alle letture, all'approfondimento. Non solo sui fatti del 1945....Buona continuazione, e buona lotta

  • Nuriaga Amakumba
    Nuriaga Amakumba 3 months ago

    bhe dai ormai è sicuramente morto buon inferno signor adolf

  • Barbara Bianchi
    Barbara Bianchi 4 months ago +1

    Bella voce!

  • Luca Tocchio
    Luca Tocchio 4 months ago +1

    Seguendo la vostra tesi mi domando però: come mai il fedelissimo Goebbels non fuggí con lui?
    Il suicidio del primo dei suoi fedeli non mi pare coerente con la tesi della fuga del vertice.

    • Barbara Bianchi
      Barbara Bianchi 4 months ago

      La storia leggendaria del sotterramento di Attila, e' un insegnamento che spiega tante cose.

    • Alessandro De Felice
      Alessandro De Felice  4 months ago +2

      Goebbels si reca nel bunker non con l'idea di suicidarsi con tutta la sua famiglia. Ma per prepararsi alla fuga anch'egli con moglie e figli. Quando si reca nel bunker è ancora disponibile uno o più velivoli di grande capienza pronti a partire da Berlino in direzione Danimarca. Secondo una pista interpretativa che sto approfondendo, quello che succede all'interno del bunker - presenti sosia di Hitler e della Braun - atterrebbe ad una feroce lotta fratricida che si sarebbe verificata tra gli uomini del cerchio magico hitleriano quando viene meno la disponibilità di velivoli di grandi dimensioni tali da consentire la fuga in massa dal bunker stesso. Lì, in quei convulsi momenti successivi al 23-25 aprile 1945, si situerebbe questa lotta fratricida tra gerarchi concorrenti (su tutti Bormann e Goebbels) che avrebbe condotto al suicidio dell'intera famiglia Goebbels (anche se qualcuno ipotizza addirittura che una delle figlie della coppia, precisamente Holdine Kathrim che sarebbe stata concepita da Hitler con Magda nel 1936, si possa essere salvata e che, stando ad alcune testimonianze sudamericane da prendere col beneficio d'inventario pubblicate qualche anno fa in un libro, la stessa Magda Goebbels sarebbe stata vista in Sudamerica a guerra finita). Su questi ultimi passaggi nutro seri dubbi, benché io sia abituato ad indagare a 360° in tutte le direzioni. La dottoressa Christiane Pereira sostiene che Magdalena (Magda) Rietschel (coniugata Goebbels in seconde nozze) sarebbe sopravvissuta al falò wagneriano del bunker berlinese. La dottoressa Pereira sarebbe entrata in contatto per la prima volta con la contessa Nora Daisy (Holdine Kathrim) nel 2005, in un centro medico di Foz de Iguaçu, all’estremo ovest dello stato di Paraná confinante con Argentina e Paraguay, dove risiedeva appunto la figlia di Magda Goebbles. Ripeto, nutro seri dubbi su tale storia, ma non escludo nulla se prima non lo pongo al vaglio della investigazione. Al momento non ho elementi in Brasile che possano aiutarmi a fornire una risposta definitiva.

  • Giuseppe La puma
    Giuseppe La puma 5 months ago

    Invece di usare un elicottero ?non esistevano ancora

    • Alessandro De Felice
      Alessandro De Felice  5 months ago +1

      Ho già risposto due anni fa a questa asserzione già ripetuta da altri. Si vada a rileggere tutte le mie risposte. Cercate di non ripetere le solite banalità se volete apportare un contributo alla discussione.

  • Alessandro Moncini
    Alessandro Moncini 6 months ago

    La storia l'hanno sempre scritta i vincitori.Per fortuna che in Italia ci hanno pensato i partigiani.

    • Barbara Bianchi
      Barbara Bianchi 4 months ago

      +Alessandro De Felice non puoi arrogarti il diritto di giudicare dei poveretti che hanno combattuto per l'oppressione.
      Che poi sia stata fasulla o non fosse affatto oppressione, rimane il fatto che ci credevano.
      E tu dimostri di vedere solo la tua visuale perche' forse fa comodo alla storia che vuoi far passare per ufficiale.
      Non siamo sicuri di niente,sappiamo solo che entrambi le fazioni,avevano uno smisurato e vomitevole senso del controllo e volonta' ad apparire.
      La verita' non la sai neanche te, semplicemente perche' non conosci neanche te stesso.

    • Alessandro De Felice
      Alessandro De Felice  6 months ago +2

      Hanno pensato i partigiani a fare cosa? Ad ammazzare e rubare. Certo ed infatti gli assassini del grattigianato resistenzialista sono stati eletti al Parlamento ed uno ha fatto pure il Presidente della Repubblica dopo aver commissionato l'assassinio di Luisa Ferida, donna incinta, il 30 aprile 1945.

  • Heinz Gud.
    Heinz Gud. 6 months ago +2

    Ho visto un suo video, se non ricordo male sui canali di Ubaldo Croce. Molto interessante la vicenda dei nazisti in rotta verso Sudamerica e Antartide. Tutto storicamente fondato.

  • Tommy peppo
    Tommy peppo 6 months ago +3

    ma ormai è dimostrato abbastanza che hitler si sia salvato...ma mussolini che andava verso nord chi ce lo dice che non lo stava raggiungendo?...io credo poco alla teoria di una fugA IN svizzera o del ridotto valtellinese...

  • VULGAR POWER
    VULGAR POWER 7 months ago

    mamma mia ohh bel video però cacchio usare un filtro distanziatore per sto microfono no eh???

    • Alessandro De Felice
      Alessandro De Felice  7 months ago +1

      Non ho apparati professionali dietro il mio lavoro. Sono un battitore libero, coi suoi limiti tecnologico-mediatici.

  • Sandro Ricco
    Sandro Ricco 8 months ago +1

    Di sicuro Hitler non si suicidio' nel bunker della Cancelleria, è probabile ci siano stati accordi tra i servizi segreti USA e tedeschi per mettere in salvo Hitler e il suo fedele seguito in cambio di preziose rivelazioni su tecnologie militari possedute dai tedeschi che interessavano enormemente i servizi segreti americani per la guerra fredda contro l'unione Sovietica

    • Barbara Bianchi
      Barbara Bianchi 4 months ago

      +luca 2080 cosa ti da la certezza che fossero loro?

    • luca 2080
      luca 2080 4 months ago

      Si vabbuo ma perke ghebbels e moglie si suicidarono? Uccidendo I loro figli? 🤔

  • ciao caro
    ciao caro 8 months ago

    Secondo me , forse sara posibile che Hitler sarebbe scappato, e quello morto era la sosia. Chissà???????..........

    • luca 2080
      luca 2080 4 months ago

      E troppo grossa l ipotesi 🤔 e stata fuori dal vaso dai 😵

  • Michele De Angelis
    Michele De Angelis 9 months ago +1

    Ultimamente ho letto questo articolo su Repubblica www.repubblica.it/scienze/2018/05/23/news/adolf_hitler_era_vegetariano_lo_dimostra_uno_studio_sui_denti-197151590/, volevo sapere cosa ne pensa di questo medico legale e antropologo francese Philippe Charlier che si dice convinto che quelli trovati a Berlino dai russi siano veramente i resti di Hitler, nella mia ignoranza , se la memoria non mi inganna, mi pare che ufficialmente i russi non concessero mai studi genetici e comparazioni di DNA sul cadavere di Hitler.Ho scoperto da poco i suoi video, le faccio i complimenti per la passione e il rigore archivistico che mette nelle sue ricerche.Grazie per i suoi studi.

    • Michele De Angelis
      Michele De Angelis 9 months ago +2

      Alessandro De Felice .La ringrazio per la esauriente risposta, leggero' il libro di Brisard, i dubbi sulla fine di Hitler dunque e comunque permangono, quello di Charlier sembra a tutti gli effetti un tentativo maldestro, spero un giorno venga fatta chiarezza assoluta, la storia a volte non ce la raccontano giusta.Buona ricerca e buon lavoro.Cordiali saluti.

    • Alessandro De Felice
      Alessandro De Felice  9 months ago +2

      L'articolo fa il paio con quanto contemporaneamente pubblicato dal e contiene una serie di stereotipi veicolati da Theo Morell. La cui morte, alle 4.10 di mattina, il 26 maggio 1948 è un altro caso non chiarito. Non ho letto il libro di JEAN CHRISTOPHE BRISARD che si basa sull'analisi medico-legale di Philippe Charlier. Da quello che riporta il “Corriere della Sera” nell’articolo di Stefano Montefiori mi sembra una fandonia colossale. Con quale dna avrebbe confrontato il dna mitocondraile di mandibola e cranio?A) i denti, anzi i dentini, che si trovano a Mosca e visionati da Patrick Burnside, unico occidentale ad averli avuti in mano (perché invitato dai Russi a Mosca e come mi confidò nel 2010), non sono di un uomo e neanche di una donna adulta, bensì di una bambina o ragazzina. Al massimo di un bambino, date le ridottissime dimensioni. B) La calotta cranica presenta una conformazione caratteristica di una ragazza sotto i 20 anni. La biologa molecolare americana Linda Strausbaugh (cui Nick Bellantoni fornì porzioni prelevate a Mosca) dell’Università del Connecticut, ha potuto analizzare il cranio conservato a Mosca e presumibilmente appartenuto ad Adolf Hitler. Torniamo al 2009. Per la prima volta nella storia, infatti, le autorità russe ebbero all’epoca acconsentito all’analisi del reperto, finora ostinatamente negata, quasi a proseguire la tradizione sovietica. Ebbene, quel cranio certamente non è appartenuto al Fuhrer. Per cui, non avendo avuto modo di leggere il libro, mi sembra, quello di JEAN CHRISTOPHE BRISARD un approccio confuso e con propositi ben definiti (farsi pubblicità sposando la vulgata politically correct mainstream) in assenza di giustificazioni scientifiche, forensi e medico-legali valide.Salutissimi.

  • Andrea Gandini
    Andrea Gandini 10 months ago +2

    Complimenti. Molto, molto documentato. In un periodo di mediocrazia, uno studio condotto con passione e approfondimenti. Si vede che si è posto molte domande, dando risposte credibili. La ringrazio per aver messo a disposizione questa ricostruzione. Son sempre felice di trovar qualcuno che metta in dubbio "certezze", per prime le mie.

  • TheKaiserjager
    TheKaiserjager 10 months ago

    Elicotteri???

    • mauro di massimo
      mauro di massimo Month ago

      ci sono anche i modellini si www.scalemates.com/kits/huma-5000-focke-achgelis-fa-223-drache--120912 www.defensemedianetwork.com/stories/nazi-helicopters-focke-achgelis-fa-223-drache-and-fa-330-bachstelze-at-war/ en.wikipedia.org/wiki/Focke-Achgelis_Fa_223
      www.google.com/search?rlz=1C1GGRV_enIT751IT751&biw=1280&bih=881&tbm=isch&sa=1&ei=mXeaXJ7gNYHYwQKp5p2wCQ&q=focke+angelis&oq=focke+angelis&gs_l=img.3...349664.357145..358840...3.0..0.179.1650.12j4......1....1..gws-wiz-img.......35i39j0j0i67j0i30j0i10i24j0i19j0i30i19j0i8i30i19.1Cpt2mlo8So#imgrc=TvXnqqcfgDSPdM:....le bastano come prove...ma perche' parlate se siete solo infarinati a casaccio?

    • luca 2080
      luca 2080 4 months ago +1

      Hitler si ere rifugiato a los angeles vivendo clandestinamente ma se ai un problema puoicontattarlo e ti risolvera il problema h.team😃

  • MrTinner66
    MrTinner66 11 months ago

    Scusate, ma il Focke Wulf 190 non è un monoposto da caccia? In caso affermativo, come fanno a starci "signore" e "signora" più il pilota?
    Se il "cicogna" è il Fieseler Fi 156, non credo ci stiano 10 persone (pilota compreso) oltre tutto è un piccolo monomotore monoposto da ricognizione. Se non erro è il solo aereo tedesco denominato cicogna.
    Quanto al suicidio dei cogniugi, non mi esprimo, non so nulla se non quello che viene espopsto nei documentari.

    • Barbara Bianchi
      Barbara Bianchi 4 months ago

      Perche' fissarvi con elicotteri?
      Che sarebbero stati facilmente controllati e monitorati.
      La fuga secondo me e' avvenuta diversamente,
      oppure
      mai stata.

    • MrTinner66
      MrTinner66 11 months ago

      Continui a giocare con le sue ossessioni. Cordialità e buona vita.

    • Alessandro De Felice
      Alessandro De Felice  11 months ago +2

      Il meno che si può dire, dopo il Suo commento che personalizza su Lei stesso mie considerazioni rivolte a chi interviene genericamente e gratuitamente senza alcuna preparazione, è che non ha capito nulla della mia risposta. Il resto non m'interessa inclusi i Suoi consigli ironici. Sono contento per Lei.

    • Alessandro De Felice
      Alessandro De Felice  11 months ago

      Ennesima sfondamento di porta spalancata. Si legga i miei commenti scritti solo 7 mesi fa qui sotto. Poi si legga quanto da me scritto lo scorso 24 gennaio sul blog di che Le posto adesso. .(Ved. www.storiainrete.com/7541/xx-secolo/hitler-fuggi-in-patagonia-su-un-uboot-ho-visto-dove-si-nascose/)Tanto non cambierà nulla, ci sarà sempre qualcuno che invece di leggersi tutti i commenti, oltre gli insulti allo scrivente che elimino quotidianamente, prima di intervenire gratuitamente su questo video per dire la sua, troverà modo di ripetere critiche superficiali al solo scopo di dare un senso al suo tempo. In attesa di altri insulti che il solito imbecille di turno avrà pronti per me, La saluto con noia.

  • Zgumpt Xexena
    Zgumpt Xexena 11 months ago

    Chi vuole poco a capire Argentina nel 1946 50 comincio a fare grande debito un debito che arrivo 100 miliardi di dollari da dove li prendeva questi soldi Da Francia e i nazisti con loro che avevano erano garanzia di Argentina

  • Antonio Fallica
    Antonio Fallica Year ago +1

    Buongiorno.
    Innanzitutto complimenti per la ricerca effettuata che mi sembra molto dettagliata.
    Sono d'accordo che bisogna approfondire molti aspetti perché non sempre la storia ufficiale corrisponde alla storia vera, ci sono molti esempi di verità venute a galla che stravolgono la storia raccontataci. Per mia passione personale sono un avido lettore di storia affrontando gli argomenti cercando più fonti e confrontandone le versioni per trovare possibili incongruenze o conferme.
    Sulla tematica da Lei trattata trovo anche io parecchie incongruenze che portano a rendere plausibile una ipotesi diversa da quella ufficiale. Tra tutte le ipotesi che si riscontrano sulla sorte del personaggio non trovo però un approfondimento reale su un episodio in particolare : Sembra accertato che nel 1935 Hitler abbia avuto un intervento chirurgico alle corde vocali per l'asportazione di un polipo. Sembra poi che tale intervento sia stato ripetuto una seconda volta. Alcune fonti datano il secondo intervento alla fine del 1944, altre fonti nel febbraio 1945.
    Le ipotesi inerenti una possibile fuga sono tutte concentrate negli ultimi giorni dell'Aprile 1945 nel momento più pericoloso per effettuarla. Considerando la personalità del personaggio molto attenta alla sua salvaguardia fisica (ne sono esempio tutte le strutture costruite per difesa personale nei luoghi di residenza), mi sembra strano che, se fosse vera l'intenzione di sottrarsi al destino certo di morte, scappi nel momento in cui tale fuga è soggetta a molte imprevedibilità. Immaginando inoltre che Hitler aveva a disposizione una variegata flotta di aerei dedicati alla sua persona (FW200, JU-52), di cui fra l'altro non se ne conosce la precisa fine, che non poteva essere utilizzata negli ultimi giorni dell'Aprile 1945 poiché gli aeroporti berlinesi erano stati tutti occupati dai Russi (mi sembra che l'ultimo ad essere stato occupato fu GATOW).
    Si potrebbe allora teorizzare una diversa modalità operativa di tale fuga facendola risalire ad un periodo meno pericoloso e rendendola nascosta dall'accertato utilizzo di sosia.
    Ricollegandomi a quanto sopra citato, se il secondo intervento chirurgico alle corde vocali fosse stato eseguito nel febbraio 1945, periodo in cui la certezza di sconfitta è ormai evidente anche ai più fanatici sostenitori ma che ancora lascia parecchi spazi di manovra per una fuga "serena", si potrebbe ipotizzare che l'intervento sia stato utilizzato per effettuare lo scambio di persona e permettere l'allontanamento del personaggio in totale sicurezza.
    Premettendo che ipotizzare non è reato ma semplice complemento della curiosità che contraddistingue chi vuole capire, Le chiedo se nella sua ricerca si sia imbattuto negli interventi chirurgici da me citati e se quanto ipotizzo possa avere, secondo il suo parere, una base di veridicità.

    • Alessandro De Felice
      Alessandro De Felice  Year ago +1

      Risulta un consistente buco fotografico e filmico. La presenza di due sosia nel bunker ne è la principale giustificazione. Sul ci sarebbe molto da scrivere. Ma, sopra tutto e soprattutto, è inqualificabile la reticenza delle narrazioni di Hanna Reitsch che non ha mai vuotato il sacco. La consegna del silenzio.....

    • Antonio Fallica
      Antonio Fallica Year ago +1

      La figura di Patrick Burnside non mi è nuova. Mi ricordo un documentario argentino dove lo si trova narrare sulla presenza di Hitler in quelle terre (sto provando a recuperare tale documentario, accidentalmente non ho salvato il link). Jurgen Bosser dovrebbe essere il famoso pilota dell'Arado 96 con cui ripartirono il generale VON GREIM e HANNA REITSCH lungo l'asse est-ovest (nonostante l'Arado fosse un biposto sembra certo che a volare furono in tre). Interessante quindi che il corridoio aereo fosse aperto almeno fino al 29.
      Invece, come altra riflessione, trovo strano il mancato approfondimento della storiografia ufficiale delle sorti di alcune figure della cerchia personale di Hitler. Mi riferisco al fotografo personale (Hoffmann) che era la figura più vicina ad un amico. Trovo strano che nonostante sembri sia stato internato dagli Inglesi non vi siano testi relativi ad interrogatori che sicuramente sono stati fatti. Lui più di altri conosceva il dittatore dal punto di vista umano e quindi poteva avere informazioni che altri non avevano.
      Un altro dubbio che riscontro, di cui chiedo a Lei se ha notizie in merito, è che a fronte delle ultime riprese effettuate nel giorno del suo genetliaco del 1945, vi è un buco di informazioni fotografiche dalla fine del 1944 alla data sopra citata. Vero è che fosse rintanato nei bunker ma altrettanto vero è che nel dicembre del 1944, durante l'offensiva delle Ardenne, si fosse recato nelle comando generale di quel fronte e penso che per la propaganda sarebbe stato importante riprenderlo in quelle circostanze. Le risulta questo buco "fotografico" ?

    • Alessandro De Felice
      Alessandro De Felice  Year ago +1

      L'ipotesi legata all'intervento chirurgico ha la sua originalità e la modifica delle date non la posso escludere, ma io parto da un fatto: il resoconto di Patrick Burnside, il cui padre (pilota aeronautico della RSI aggregato alla Luftwaffe) coprì, con altri aerei tedeschi, un corridoio tra Germania e Danimarca in quella notte. Secondo tale resoconto la figura chiave sarebbe quella di Jurgen Bosser, sergente pilota che ha lasciato un report molto dettagliato dei giorni tra il 25 aprile ed il 29 aprile 1945..

  • Wizard 303
    Wizard 303 Year ago

    Mi piace il concetto espresso, ed è vero anche io credo che hitler fosse scampato dall uccisione.. cio mi fa pensare anche quanto è ingiusta la vita; ma non mi piace l'attegiamento con cui ribatte a un pensiero diverso dal suo.. questo senso di essere al di sopra di altri. non credo sia corretto.

    • Wizard 303
      Wizard 303 11 months ago +1

      cè modo, e modo. auguri

    • Alessandro De Felice
      Alessandro De Felice  Year ago +1

      Se rispondere a gente che Ti offende gratuitamente e Ti critica senza alcuna cognizione seria Lei lo ritiene , non è un problema mio. Io vado avanti per la mia strada. Gli altri vadano per la loro.

  • Roberto Dellepiane
    Roberto Dellepiane Year ago +1

    c'è un dubbio che ho da molto tempo, e mi permetto di chiedere la Sua impressione ( mi rendo conto che chiedere un' IMPRESSIONE ad uno studioso sia un'eresia, ma tant'è...). Premetto che chi parla è un " uomo della strada", e mi si perdoni se ne mostrerò i limiti. Personalmente credo ci potessero essere le possibilità tecniche d'una fuga di Hitler dall'accerchiamento. Lo credo, perchè penso i nazisti avessero calcolato per tempo ,ed approntato, le dovute modalità. Quel che mi rende perplesso è come mai una personalità voluminosa e strabordante come Hitler si sia poi destinata all'anonimato. Certamente nà Peron nè Stroesser nè altri eventuali leader avrebbero potuto impunemente sbandierare al mondo tale "gallina dalle uova d'oro", Non si trattava di un semplice Kurt Tank, d'un Rudel o di un Galland (quelli li hanno esibiti e ben sfruttati). Ma trovo impensabile che un Hitler si sia ritirato a...come dire?...godersi la pensione. A men che non sia morto in tempi brevi dopo il suo eventuale approdo. Mi scusi se glilo chiedo, ma Lei che ne pensa?. Ancora grazie per l'eventuale attenzione mostratami. roberto dellepiane. genova. ( da dove sono partiti in molti, frai quali Mengele, Eichmann e Priebke.....).

  • Roberto Dellepiane
    Roberto Dellepiane Year ago +3

    chiedo scusa: " invece di usare un elicottero"? nel 1945 non c'erano elicotteri operativi. seconda cosa: tre persone su un FW190 ? il fw190 era un caccia, al massimo nella versione addestratore era biposto. tre persone non credo siano mai state contemporaneamente su un '190. . .

    • mauro di massimo
      mauro di massimo Month ago

      Senza entrare nel tema della morte di hitler o meno, il Fw 190 poteva portare tre persone. Chiaramente non omologato per questo, ma in condizioni di estremo bisogno poteva farlo e ci sono anche foto a proposito. Due persone una seduta sull'altro sedevano nell'abitacolo mentre il terzo entrava nel vano radio in fusoliera. Posizioni non certo comode ma su cui si soprassedeva in caso di estremo pericolo. Ci sono foto di reporter fotografici che spuntano dal vano radio in fusoliera. Del resto non e' una esclusiva del fw o dei tedeschi, dal momento che diversi reparti italiani si misero in salvo dopo l'8 settembre scappando con i loro aerei Macchi 205 che a parte il pilota e a volte due aveva il meccanico in fusoliera e riuscendo così a salvare tutto il reparto e non solo i piloti e aerei. Tutto cio' e' documentato. Gli elicotteri non erano pienamente operativi ma in germania esistevano diversi esemplari per lo piu riservati come una novita' ai gerarchi. obscuritas.forumcommunity.net/?t=59335645 ru-clip.com/video/HmEMkiwCf7g/video.html . Inoltre e' vero che il cicogna e' lo stesso fiesel storm ma oltre al fiat br 20 bimotore anche il fiesel aveva il nomignolo cicogna. Che poi il cigogna da osservazione aera portasse solo due persone non e' esatto. Ad esempio Mussolini fuggi' dal gran sasso con un fiesel storm anche lui ed erano in tre. Lui il pilota e otto schorzeny, il fidato di hitle. Sono anche io conoscitore e modellista di aerei della seconda guerra mondiale sopratutto e probabilmente piu addentro, So bene che all'inizio si creano delle tabelline ma poi approfondendo le regoline appaiono relativi. Puoì' consultare gli action e walk around del 190 pèer le foto che le dico

    • Alessandro De Felice
      Alessandro De Felice  Year ago +1

      Concordo. Colgo ancora una volta l'occasione per ripetere che io non pretendo in alcun modo di essere il depositario della verità finale sul destino di Hitler dopo il 27 aprile 1945. Mi sono limitato ad avanzare ipotesi scientifiche corredate di deduzioni, tracce sparse e verifiche sperimentali che rimangono sul terreno probabilistico delle congetture. Quindi ognuno, come è il caso del Suo pregevole apporto, ha il diritto di stabilire catene di eventi e di comportamenti, a patto che non se ne esca in modo superficiale ed idiota senza prima aver ascoltato, letto, visitato e studiato ciò che qui io, in estrema sintesi, ho pubblicato sia nel video che nei commenti numerosi cui sono dovuto ricorrere di fronte ad insulti, stupide ironie e fesserie di persone più interessate a farsi pubblicità e cercare conferme della loro pochezza dicendo la loro senza avere alcuna cognizione né di ciò che ho registrato né di ciò che ho scritto. C'è un idiota che mi ha riempito di insulti perché - povero provinciale deficiente - pretendeva che non potessi parlare di Hitler se non pronunciavo la lingua tedesca in modo "maccheronico". Ha presente quei cretini che, nati italiani, si sforzano di mettere la lingua tra i denti per autoconvincersi di essere all'altezza di parlare l'inglese o il castigliano? Erasmini da salotto totalmente incompetenti e senza radici che si comportano alla stessa stregua di quei meridionali che cercano di darsi un contegno parlando con inflessioni piemontesi o lombarde o di quei settentrionali che, scesi sotto Napoli, si sforzano di parlare nei dialetti meridionali. Io non faccio parte di questa categoria di persone. Credo di essere stato chiaro.

    • Roberto Dellepiane
      Roberto Dellepiane Year ago +2

      buonasera, sig. De Felice. Premetto che le mie pecisazioni nulla tolgono e per nulla inficiano il valore della Sua trattazione. Non sono per nulla uno storico,sia chiaro, ma solo un appassionato di aerei in generale, ed aerei della II G.M. in particolare. Se mi posso permettere, preciserei altresì che il cosiddetto " Cicogna", trattandosi qui di Luftwaffe, era lo stesso Fi 156 Storch da Lei citato, con una capacità di 2 persone, e non 10. Si fosse parlato di aviaz. italiana, il Cicogna sarebbe stato il BR20. Questo, ripeto, ha solo valore precisativo. Ai fini della trattazione, è del tutto disimportante. Buonasera e buona fortuna.

    • Alessandro De Felice
      Alessandro De Felice  Year ago +1

      Roberto Dellepiane sta sfondando una porta spalancata. Se legge tutte le risposte dal primo all'ultimo commento, che ho già dato mesi addietro ad altri soggetti superficiali (che pur di scrivere idiozie si passano il tempo ad ironizzare, dall'alto della loro ignoranza, oppure ad offendere), si renderà conto che ho già perso tempo e righe di spazio a ripetere le stesse cose.

  • Atum Serapide
    Atum Serapide Year ago +20

    Quello che mi fa tremendamente incazzare è che le persone sono talmente mediocri a tal punto, che quando gli proponi di pensare, o meglio di ripensare su determinate vicende storiche dandogli la possibilità di domandarsi se quello che precedentemente studiato, letto, narrato sia la vera versione dei fatti o pure menzogne, ti insultano offendendoti in malo modo. Dovreste invece ringraziare qualcuno che per passione, curiosità, o giustizia per la verità, cerca di scoprire i fatti per come realmente accaduti, o quantomeno portarti un visione diversa per ragionare sulla storia.

    • Luca Carucci
      Luca Carucci 2 months ago +1

      Concordo pienamente, purtroppo la maggioranza delle persone sta bene nel solco tracciato da altri per loro stessi, la verità fa paura a molti, si dovrebbero riscrivere pagine e pagine di storia!

  • uno qualunque
    uno qualunque Year ago +2

    Un lavoro comunque interessante ...Tuttavia colpisce l'aggressività, secondo me esagearta, da parte dell'autore del filmato. Se si è totalmente d'accordo, allora tutto gentilezza più che squisita...ma se per ipotesi qualcuno avanza un benchè minimo dubbio, si scatena in una serie di invettive che , ripeto mi sembrano davvero fuori luogo. In fondo si stà parlando di una storia che è in netto contrasto a quello che è stato divulgato fino ad ora. Quindi è normale che possano sorgere dei dubbi nello scorrere delle immagini, ma questo non vuol affatto dire che si voglia confutare per intero tutto il filmato, magari basandoci su dei preconcetti. La storia è sempre raccontata...mai vissuta in prima persona da chi la racconta, dunque NESSUNO può dire ...io conosco la VERITA' ...quella definitiva...Ci possono essere tanti aspetti che, per ragioni non sempre chiare, possono passare inosservati in una prima esposizione, per essere scoperti in successive indagini, magari in forma diversa da ciò che si sarebbe aspettato, pertanto più di un argomento può indurre in riflessioni profonde. Ad onor del vero devo dire che anche chi ha avuto delle perplessità, non sempre si è espresso in maniera gentile, negli interventi che ho potuto leggere, però questo non dovrebbe mai autorizzare chi risponde a usare un atteggiamento non meno tribale!

    • aalroma
      aalroma 8 months ago +2

      In genere e' il contrario, se uno prova un momento a ragionare viene investito con ferocia da una manica di insulti. La cosiddetta aggressivita' che in realta' non e' tale appare piu come una preventiva difesa

    • Alessandro De Felice
      Alessandro De Felice  Year ago +3

      Non ho invitato nessuno a commentare il video con battute od insulti. Io mi sono limitato a creare un breve resoconto di una ricerca che dovrebbe essere di 10mila pagine e l'ho messa, in assoluta solitudine, su RU-clip. Non tengo cattedre, non occupo posti di potere mediatico. Sono un semplice battitore... Libero. Ciò nondimeno, in meno di un anno arriverò a 30mila visualizzazioni. Tengo a precisare che non ho mai sostenuto di essere il Solo depositario della Verità. Se si ascolta dall'inizio alla fine il video penso lo si capisca. Quando una persona che non si firma se non con pseudonimi fa delle osservazioni gratuite, volgari e strampalate dandoti del matto od insultandoti Tu che fai? Porgi l'altra guancia? Io no. Posso accettare critiche fondate su argomenti da me affrontati nel video solo se si ascolta il video dalla A alla Z. Le critiche o le offese che ho ricevuto vengono da gente (che non ha il coraggio di firmarsi con nome e cognome) che non si premura di ascoltare il mio resoconto, ma parte in quarta, deridendo (

  • mikyruna
    mikyruna Year ago +1

    signori, la teoria è intrigante, ma credo che il suicidio di massa della famiglia Goebbels sia una prova più che sufficiente...senza parlare delle num,erose testimonianze di gerarchi e generali che erano presenti nel bunker quelle ultime ore, e poi...chi lo ha studiato seriamente (Hitler) sa che si è suicidato

    • Barbara Bianchi
      Barbara Bianchi 4 months ago

      Chi lo ha studiato davvero sa
      che non avrebbe mai potuto suicidarsi.
      Tutto quello che ha fatto aveva un senso, la morte sarebbe stata la cancellazione del suo passaggio nel Mondo.
      Un trascinatore come lui, mai potrebbe cancellare la sua esistenza.
      Solo un demente potrebbe credere ad una sua resa.

    • mikyruna
      mikyruna 7 months ago

      +Alessandro De Felice???? MA CHE DIAVOLO...

    • Alessandro De Felice
      Alessandro De Felice  Year ago +1

      . Studiato su quali testi? Su quelli, totalmente farneticanti, dei soggetti tipo Langer dei dipartimenti di guerra psicologica USA? Gli stessi che vengono ancora oggi citati a pappagallo da sedicenti psicologhe che fanno propria, ignoranti totalmente di medicina-legale e di storia contemporanea sul III Reich, la tesi fasulla del solo testicolo rilevato alla falsa autopsia sovietica? , evidentemente Lei non ha seguito ed ascoltato il mio video dove smonto, punto per punto (e non solo io rilevo le contraddizioni marchiane dei presunti testimoni nel bunker) tali testimonianze che sono costruite dalla tesi ufficiale di Trevor Roper. Quanto alla famiglia Goebbels..... di cosa? Lei non sa neanche il motivo per cui i Goebbels arrivarono nel bunker. Dovevano mettersi in salvo tramite un velivolo aereo. Ed il motivo per cui non poterono partire. Lei ignora anche la presenza di sosia di Hitler all'interno del bunker. Ripete cliché e stereotipi divulgativi. Non ha idea di quelle che furono le faide consumatesi drammaticamente all'interno del bunker. Troppo superficiale la sua analisi.

  • Outlaw
    Outlaw Year ago +1

    Bravo comunque iscritto

  • Outlaw
    Outlaw Year ago +5

    Fuggi in Sudamerica molto probabilmente dove li attendevano i suoi ufficiali che avevano già organizzato tutta la logistica,molto furbo comunque

  • aurelio tutino
    aurelio tutino Year ago

    A me dispiace non ricordare dati e riferimenti precisi, ma mi sembra che in merito non ne esitano perché venne tutto svolto dai servizi segreti sovietici. I sovietici riconobbero quanto restava del cadavere facendosi aiutare dal dentista di Hitler ma non resero pubblica la sua morte in quanto Stalin riteneva la sua non certificata morte uno strumento di propaganda in funzione anticapitalista.
    In ogni caso la personalità di Hitler non lascia tanti dubbi, le testimonianze poi sono tante e tali che viene davvero difficile credere alla sua sopravvivenza quando personaggi ad un livello più basso del suo non vennero risparmiati. Difficile immaginare un suo utilizzo da parte di qualche tipo di potere.
    La sua cremazione fu richiesta da lui stesso che non voleva finire esposto in qualche museo sovietico. La benzina non fu sufficiente per bruciare anche il cadavere di goebbels

    • Barbara Bianchi
      Barbara Bianchi 4 months ago

      +Alessandro De Felice io sono sicura che non sia mai sparito dalle scene.

    • Alessandro De Felice
      Alessandro De Felice  Year ago

      Lo abbiamo visto tutti il video dei cadaveri di Goebbels e Magda bruciati e dei filmati sui cadaveri dei bambini. Io ho scritto sulla fine dei corpi. Si hanno solo fotografie dei cadaveri. Nessuno è in grado di dire se siano stati cremati anch'essi dai sovietici. O se siano stati seppelliti di nascosto senza essere cremati.

    • mikyruna
      mikyruna Year ago

      li ho visti solo io i video dell'intera famiglia Goebbels morta, con un generale tedesco obbligato ad identificarli uno per uno...il generale ne fu così sconvolto che provò a tagliarsi le vene con una forbici...

    • Alessandro De Felice
      Alessandro De Felice  Year ago +2

      Sto lavorando alla pubblicazione in volume cartaceo de "Il gioco delle ombre" (circa 1.600-1.700 pagine) parallelamente a due tomi di circa 6 mila pagine complessive sulla morte di Mussolini ed il carteggio segreto italo-britannico (pietosamente ridicolizzato da inventori di libri tipo Mimmo Franzinelli) connesso alla morte del Duce, dei Petacci e di alcuni esponenti al corrente di tale corrispondenza. Su "Il gioco delle ombre" (pubblicato in digitale nel 2007) ho affrontato l'enigma Rudolf Hess (vero perno-pivot nevralgico di tutti i misteri insondabili della II guerra mondiale). Nel settembre 2016 mi sono recato in una capitale europea che detiene la documentazione della permanenza a Spandau del delfino di Hitler ed ho fotografato centinaia di pagine inerenti Hess e la sua "prevista" (anzitempo) morte nel carcere berlinese. Qui mi fermo. Spero di poter ultimare in un arco di tempo ragionevole tali lavori. Martin Bormann è la chiave che spiegherà l'ipotesi (solo un'ipotesi) fuga di Hitler. Otto Skorzeny e Bormann furono reclutati già nel 1943 dal KGB. Nei prossimi anni fornirò pezze d'appoggio documentali, ma consideri che lo studio scientifico sulla scomparsa di Hitler richiederà 3mila pagine. Analoga intricata trama d'intelligence riguarda Heinrich Mueller, capo della Gestapo, anch'egli sopravvissuto al 1945. La quantità di materiale d'intelligence non consente né semplificazioni, né banalizzazioni fumettistico-giornalistiche (benché alcuni fumetti possano considerarsi opere d'arte). Non escludo il suicidio wagneriano di Hitler. Lo ritengo solo confutabile in modo scientifico ed investigativo. Salutissimi.

    • Alessandro De Felice
      Alessandro De Felice  Year ago

      Grazie a Lei per l'interesse ed il tempo che dedicherà al video.

  • maurizio meloni
    maurizio meloni Year ago

    Complimenti per la fervida fantasia Alessandro ma non ci credo, è solo una favola anche perchè se gli israeliani con Wiesenthal e soci avessero avuto anche il minimo dubbio che Hitler fosse scappato gli avrebbero dato una caccia tale che non la avrebbe fatta franca nemmeno se si fosse nascosto su Marte( cosi come hanno fatto con Eichmann e altri)

    • mikyruna
      mikyruna 7 months ago +1

      +maurizio meloni ma mollalo sto biglino 2...non sanno proprio come fare per far soldi...credi a me che ho una laurea in storia. Hitler è morto alla maniera degli eroi di Wagner

    • Roberto Galletti
      Roberto Galletti 8 months ago

      Finalmente un'osservazione intelligente.

    • Alessandra Mura
      Alessandra Mura Year ago +1

      maurizio meloni e tu quali dati storici apporti per asserire cio'? Per fortuna esiste gente che indaga, altrimenti saremmo ancora all'età della pietra. Imbarazzante

    • Alessandro De Felice
      Alessandro De Felice  Year ago +1

      Lungi da me l'idea di voler convincere qualcuno. Il cervello serve per indagare e seminare il dubbio che è un terreno fertile per pensare. Riguardo a Burnside, chi cerca trova. Io sette anni fa andai in Argentina per confrontare le mie ipotesi. Da solo. E cinque anni fa fui rintracciato da che mi chiese un'intervista. Dopo la pubblicazione di questa intervista il 20 maggio 2012 mi presero per pazzo. C'è chi continua a darmi del mitomane. Sinceramente le opinioni della gente, antifascisti, luogocomunisti, radicalchic e quant'altro, mi interessano poco. Io sono unicamente interessato alla ricerca della Verità.

    • maurizio meloni
      maurizio meloni Year ago

      perchè sei cosi agressivo? io intendevo dire che non ho trovato niente di che su Burnside in rete, chiedendoti di dirmi cosa cercare o di postarmi tu qualcosa su di lui e su questa teoria che io rispetto. Non devi essere prevenuto perchè ti ho detto di non credere alla tua teoria di primo acchitto, io non sono prevenuto verso di te se no non sarei qui a scriverti. Grazie

  • Alessandro De Felice

    Una vera domanda intrigante a cui non vi è ancora risposta (attendiamo dagli archivi russi la desecretazione) è dove siano stati sepolti i corpi dei figli (tutti?) dei Goebbels. E sono stati bruciati realmente? I loro corpi sono stati spediti a Plötzensee (Berlino) insieme a quello di un ufficiale non identificato. Dopo che le autopsie erano terminate, i corpi di Joseph, di Magda e dei sei bambini sono stati mostrati alla Geheime Feldpolizei ed alla guardia del corpo di Goebbels l’SS-Hauptsturmführer Wilhelm Eckold da cui il “Report of interrogation” del 18 maggio 1945. Secondo la vulgata ufficiale, nel 1970, i resti dei sei bambini, come pure quelli di Joseph Goebbels, Magda Goebbels, Hitler ed Eva Braun sono stati presumibilmente bruciati e sparsi nel fiume Elba dai sovietici.

    • FunkmasterFlex81
      FunkmasterFlex81 3 months ago

      Quello che non capisco è perché. I suoi nemici, e la storia scritta dai suoi nemici, non faccia altro che coprire la sua fuga quindi sono complici...

  • Samuel Gretillat
    Samuel Gretillat Year ago +1

    interessante video.complimenti. Come si sa la storia la scrivono i vincitori, e questo dice tutto.grazie per il tuo lavoro

    • Barbara Bianchi
      Barbara Bianchi 4 months ago +2

      +Roberto Galletti quella di risulare ancora oggi agli occhi della gente, come i salvatori.

    • Roberto Galletti
      Roberto Galletti 8 months ago

      Non ho capito Samuel quale fosse l'interesse dei vincitori a nascondere la realtà!!!

  • MrSyrya
    MrSyrya Year ago +6

    Lavoro veramente molto interessante. Non vedo l'ora di poter leggere l'opera completa. Di certo Hitler non è morto nel bunker con Eva. I miseri resti mostrati dai russi pochi anni fa non sono di certo i suoi, il DNA è quello di una donna.

  • Franco Furlan
    Franco Furlan Year ago +2

    Complimenti per la mastodontica investigazione storica e il tanto lavoro che stai facendo. È necessario molto talento e amore per la materia per riuscire a investigare e scavare nel succedersi dei fatti umani di tanti anni fa, oltretutto con le competenze tecniche che dimostri nella descrizione delle tecnologie della aviazione (elicotteri) del tempo. Colgo l'occasione per chiedere cosa potrebbe esserci di vero invece sulla propulsione elettromagnetica e se la costruzione di aeremezzi provviste di queste tecnologie sia stata realizzata o meno. Grazie per la gentile risposta e per eventuali link.

    • Barbara Bianchi
      Barbara Bianchi 4 months ago +1

      +Roberto Galletti potere,semplicemente potere.
      Chi lo brama,e' disposto a vendersi la dignita'
      Semmai ne avessero avuta una prima.

    • Roberto Galletti
      Roberto Galletti 8 months ago

      La dietrologia è come le ciliege: una tira l'altra, si potrebbe andare avanti all'infinito. Ma c'è qualcuno , che crede a 'ste panzane che sia disposto a dirmi quale fosse l'interesse specifico degli alleati a nascondere la verità!!!

    • Alessandro De Felice
      Alessandro De Felice  Year ago +2

      La propulsione elettromagnetica antigravitazionale è connessa alla Paperclip Operation ed a ciò che accadde (e che cadde) in Baviera prima della seconda guerra mondiale ed a ciò che avvenne a Roswell nel luglio 1947. Lì mi fermo, perché domande rimandano ad altre domande e quello che sappiamo è solo una infintesima parte di ciò che è secretato negli archivi di College Park (NARA) ed in quelli della NASA.

  • Second Sun
    Second Sun Year ago

    Bellissimo video,grande ricerca complimenti

  • ElTano
    ElTano Year ago

    Nonostante io creda in questa teoria, credendola molto plausibile e abbia letto parecchio a riguardo non posso non farti notare delle inesattezze macroscopiche nell' inizio del tuo racconto, tanto che ho rinunciato a proseguire, mi riservo di tornarci in seguito.
    1° il foke wolf 190 è un'aereo monoposto, forse ci sono state versioni da addestramento biposto ma non per tre persone.
    2° il fieseler storch lo menzioni come aereo biposto... pochi minuti dopo parli della cicogna con 10 posti... il fieseler storch e la cicogna sono lo stesso aereo !!!

    • mikyruna
      mikyruna 7 months ago

      +Alessandro De Felice AMMAZZA CHE EGOCENTRICO PALLARO...a quando il libro sugli ufo di Hitler? Eh, sapientone

    • Alessandro De Felice
      Alessandro De Felice  Year ago +5

      Del Focke Wulf 190 utilizzato da von Greim e la Reitsch non sono io a parlare, bensì un rapporto top secret delle Forze Aeree Alleate (Quartier Generale) in Austria dell'8 ottobre 1945. Rapporto in mio possesso. E che pubblicherò in appendice al volume sulla "ipotesi fuga di Hitler dal bunker".Scusa ma stai confondendo i piani. Nella notte 25-26 aprile del 1945 Hanna Reitsch insieme al generale Robert Ritter von Greim, si reca con il suo Fieseler Fi 156 Storch nel centro di Berlino. Secondo una mia fonte legata al Mossad il 27 aprile mattina vengono inviati 5 aerei cicogna con una capacità di trasporto complessiva di 10 passeggeri fino al centro di Berlino (anche se il Fieseler Fi 156 Storch MS 500 porta 2 passeggeri più il pilota, che fanno più di 10---> 3x5=15). Non capisco perché confondi il Fieseler della notte 25-26/04/1945 con gli altri Fieseler (aerei cicogna) del 27 aprile (cinque). Von Greim si precipitò a Berlino su un aereo pilotato dall'aviatrice Hanna Reitsch e, durante l'ultima parte del volo, mentre erano sopra la città, l'aereo fu colpito dalla contraerea sovietica e von Greim rimase ferito ad un piede. Questo dico. Basandomi su rapporti dell'intelligence Alleata. Credevi che non sapessi che il Focke Wulf 190 fosse un monoposto? Aspettavo che me lo dicessi Tu? Vallo a raccontare all'intelligence anglo-americana che redasse quel rapporto. L'adattabilità di un tale monoposto ad un altro passeggero oltre il pilota (quindi triposto) non siamo in grado né di confutarla né di darla per certa. Né io, né Tu o nessun altro. Perché non eravamo lì. I funzionari dell'intelligence alleata che redassero il rapporto, scrissero chiaramente del Focke Wulf (triposto) adattato allo scopo. E parlano di una modifica strutturale per consentire il volo a tre, con la costruzione di un sedile vicino alla porta di emergenza per la Reitsch che non superava il metro e sessanta di altezza. Ripeto: il rapporto è datato l'8 ottobre 1945, sei mesi dopo il volo. E si basavano su qualcosa che certo non sarai Tu a sbeffeggiare. Se devi fare polemica per fare sfoggio di "cultura" cerca di non sbavare. Vuoi fare il pelo al pidocchio? Hai sbagliato persona, perché io spacco il capello in quattro.

  • simone bruzzese
    simone bruzzese Year ago +6

    splendido concordo con tutto quello che dici, solo che credo che dopo il sud america sia andato x forza di cose nelle installazioni costruite nel 38/39 e dopo in Antartide, aiutati da forme di vita superiori, infatti nel 37 vi fu uno schianto di un oggetto non identificato nelle foreste tedesche, e da li l impennata tecnologica bellica guarda caso e le spedizioni in Antartide ed altri luoghi misteriosi ed esoterici come Tibet ed egitto, ma questa è un altra storia, ancora più complicata di quella che gia spieghi, tanto dubito che le più tante persone lo vedano, o lo comprendano soprattutto in italia, cominque continua cosi, continuo a seguirti complimenti e grazie x il bel video interessantissimo.

  • davide gab
    davide gab Year ago

    per me si è ucciso alla fine della guerra, come vuole la storia tradizionale, che non sempre è vera o verosimile, ma in questo caso penso che non ci siano teorie alternative seriamente interessanti

    • FunkmasterFlex81
      FunkmasterFlex81 3 months ago

      +maurizio meloni sarebbe ancora più codarda la sua fuga dopo che ha mandato un popolo al suicidio

    • Roberto Galletti
      Roberto Galletti 8 months ago

      Codardo!!! Codardo!!!! Si fa presto a dire codardo. Se leggi la storia di Giulio Cesare scoprirai che è andato ad un pelo dal suicidarsi almeno due volte per il timore imminente di cadere in mano al nemico. E cesare Maurizio, posso assicurartelo, era tutt'altro che codardo.

    • Roberto Galletti
      Roberto Galletti 8 months ago

      Ci sono le prove, Alessandro, se facessi un monologo tanto lungo senza contraddittorio o, con autocontraddittorio pilotato ad hoc, ti posso assicurare che, con un minimo di applicazione delle regole dialettiche dell'ermeneutica, sarei in grado di dimostrare tutto e il contrario di tutto, soprattutto se sul TUTTO e-o sul CONTRARIO DI TUTTO fossi intenzionato a dare la stampa ad un libro.

    • maurizio meloni
      maurizio meloni Year ago

      Sono completamente d'accordo con te Davide.. Hitler si è suicidato per la paura fottuta di cadere nelle mani di Stalin, è morto da codardo!!!

    • Alessandro De Felice
      Alessandro De Felice  Year ago +1

      E' una ipotesi, valida al pari delle altre, in assenza di prove forensi, balistiche, anatomo-patologiche, medico-legali e giudiziarie che possano convalidarla più delle altre. Tutto è possibile, dunque, a patto che non si voglia poggiare tale ipotesi sulla categoria psicoanalitica, messa in giro dall'intelligence della guerra psicologica anglo-americana, della conoscenza profonda della personalità di Hitler che molti poggiano sulla lettura di resoconti psichiatrici, il più delle volte deformanti e caricaturali, inerenti il cancelliere di Branau am inn ed il suo cervello..

  • TRAP ItaliaTM
    TRAP ItaliaTM Year ago +3

    COMPLIMENTI, quando il libro ?

    • Alessandro De Felice
      Alessandro De Felice  Year ago +1

      www.cenacoloumanisticoadytum.it/libri.htm

    • Flux Transistor
      Flux Transistor Year ago +1

      Grazie Alessandro per il lavoro svolto ....., non riesco a trovare il vostro libro della spedizione antartica tedesca.....? Dove posso recuperarlo? Grazie infinite

    • Alessandra Mura
      Alessandra Mura Year ago

      Alessandro De Felice se le serve aiuto😅

    • Alessandro De Felice
      Alessandro De Felice  Year ago +2

      Per quanto mi sarà possibile.

    • Alessandra Mura
      Alessandra Mura Year ago +1

      Alessandro De Felice ah quindi ne aveva pure piu d'uno? Ma tratterai anche questo aspetto?

  • uber philip
    uber philip Year ago +4

    Interessante Teoria

  • Dario Oggi
    Dario Oggi Year ago +7

    certo che appena inizi la tua bella storia, al secondo 12, dici una cavolata MA BELLA GRANDE figuriamoci dopo. Ti informo che nel 1945 esistevano solo qualche prototipo rudimentale di elicottero costruito in Italia da Corradino D'Ascanio (si alzava in volo al massimo 5 o 6 metri) a ti dico di più i russi sul fronte tedesco hanno utilizzato 3 prototipi di loro fabbricazione e sono stati abbattuti dopo 10 secondi di volo e per finire i tedeschi non hanno mai ostruito nessun prototipo funzionante. Perciò la mia visione del video si è fermata al secondo 20. Ciao

    • mauro di massimo
      mauro di massimo Month ago

      ru-clip.com/video/HmEMkiwCf7g/video.html it.wikipedia.org/wiki/Focke-Achgelis_Fa_223 www.scalemates.com/kits/huma-5000-focke-achgelis-fa-223-drache--120912 pensi fanno anche i modellini. La prego non faccia il saputo su una materia dove molti si reputano esperti per sentito dire. Non basta aver sfogliato qualche rivistina o fumetti di guerra d'eroi.

    • Barbara Bianchi
      Barbara Bianchi 4 months ago +2

      Dario Giuffre, Catania e' in forte rischio.

    • Alessandro De Felice
      Alessandro De Felice  Year ago +5

      Cosa vuoi che me ne freghi se vivi in viale Moncada 10, proverbiale fogna in cui operano spacciatori senza palle e nullità che si sentono importanti nel loro analfabetismo esibizionista e che offendono le altre persone disgraziate vittime della miseria di Catania che vivono con onestà e dignità a Librino. Ti risponderei allo stesso modo se Tu abitassi in via Montenapoleone a Milano. Prova a fare un video e vedi se lo vedono più di 10mila persone in 5 mesi. Ed è inutile che ti nascondi, Tu o qualche Tuo amico, dietro altri pseudonimi come hai fatto ieri riversandomi di insulti. Io sono io e Tu e gli analfabeti con cui Ti rapporti non siete un cazzo.

  • Michiamoneo Neo
    Michiamoneo Neo Year ago +6

    Molto interessante e ben dettagliato , un lavoro davvero notevole che porne dubbi e domande di grande rilievo

    • Alessandro De Felice
      Alessandro De Felice  Year ago +3

      Spero di poter ultimare nei prossimi 5 anni uno studio di circa 3mila pagine sulla scomparsa di Hitler dal bunker.

  • Alessandro De Felice
    Alessandro De Felice  2 years ago +12

    Ricostruire una catena di prove da portare alla conoscenza. Penso che i preconcetti della storiografia antifascista europea e mondiale ti lascino sulla porta della narrazione, senza permetterti davvero di esplorare. Con questa breve e sintetica analisi sulla misteriosa fine di Hitler, mi permetto di descrivere il modo della possibile fuga dal bunker di Hitler ed Eva Braun con una chiarezza ed una profondità di dettagli impensabili fino a qualche tempo fa. Ho effettuato tale registrazione vocale 3 anni addietro. Solo adesso la rendo nota.

    • Denny Sanfilippo
      Denny Sanfilippo 3 months ago

      Avrei una domanda ... Possibile che Hitler sia stato un uomo della CIA ??? Uscire da Berlino, in aereo in quei giorni, con tutto il fuoco nemico la vedo molto difficile... Quindi o erano in accordo sul lasciarlo passare (tanto ormai la Germania era distrutta)oppure, Hitler in quel bunker è uscito molto prima .... CIA e Mossad lo avrebbero cacciato e trovato... Un altro revisionista storico esprime che Hitler ha un buco nero nella propria vita dove si pensa che sia stato prelevato e portato in Inghilterra per essere formato come persona di spicco politico... A voi le considerazioni.

    • Alessandro De Felice
      Alessandro De Felice  Year ago +1

      Osservazione interessante.

    • Henry Chinaski
      Henry Chinaski Year ago +2

      Alessandro De Felice
      Dottor De Felice, cosa pensa del fatto che Hitler confessò a Mussolini (che a sua volta lo disse a Dinale) di essere "misticamente e scientificamente convinto di essere invasato non da un demone, ma da uno spirito della preistoria mitologica ariana"? (Ho trovato queste informazioni a pagina 489 e 490 del quarto volume di "Mussolini l'uomo è l'opera" di Duilio Susmel e Giorgio Pini)